Goodmorning 15.06.10

0
Economica ed onesta. No, non è il giudizio su una collaboratrice domestica, ma sulla lente ultragrandangolare di Tokina.

Economica ed onesta. Così potremmo definire la lente ultragrandangolare di Tokina.

Digital Photography School ha pubblicato una piccola recensione del Tokina 12-24mm f / 4 AT-X Pro DX II, nella versione per baionetta Nikon. Nonostante gli ottimi giudizi sulla qualità costruttiva, le prestazioni appaiono appena sufficienti, soprattutto ai bordi del fotogramma, mentre al centro sono piuttosto buone. Certo non è un comportamento anomalo, ma su un grandangolare spinto come questo non sono certo un punto a favore. Anche distorsione e vignettatura sono abbastanza evidenti, anche se facilmente correggibili in post produzione. In conclusione un obiettivo onesto per il suo prezzo, ma con evidenti limiti, soprattutto in un settore competitivo come quello degli ultragrandangolari per il formato ridotto, letteralmente invaso da obiettivi di ogni foggia e marca. Si sicuro non ha alcun appeal che lo fa preferire ad un qualsiasi Sigma di simile lunghezza focale. [A.B.]

————

Dopo molti mesi di polemiche e paure per la sicurezza delle varie delegazioni, sono infine iniziati i campionati mondiali di calcio di Sud Africa 2010. Nella serie di immagini, The Big Picture ci mostra gli spettatori che assistono da ogni parte del mondo alle partite della loro nazionale, dai tifosi in piazza in Corea del Sud ad alcuni carcerati messicani, dai bambini nelle scuole ai soldati in zona di guerra. Numerosi inoltre gli episodi di gioco, oltre ad alcune immagini dalla cerimonia di apertura. [A.B.]

————

Lens Tip ha provato il Pentax SMC FA 50mm f/1.4, un classico “cinquantino” molto luminoso ed abbastanza economico, dedicato alle reflex a formato ridotto della medesima marca. La qualità non è eccelsa ma comunque buona, mentre le dimensioni sono davvero ridotte. La nitidezza è abbastanza ridotta a tutta apertura, ma migliora velocemente raggiungendo il suo massimo ad f/4. Al centro risulta però già buona da f/2 in poi, mentre ai bordi è necessario chiudere di un altro mezzo stop il diaframma. Un po’ elevata l’aberrazione cromatica, che per di più peggiora a diaframmi più chiusi (probabilmente per via della maggiore nitidezza che rende più visibile tale difetto), mentre la distorsione e la vignettatura appaiono ben controllate e correggibili senza troppi problemi. Buono anche il comportamento in condizioni di forte luce frontale, che mostra riflessi e velature abbastanza limitate, seppur non assenti. Nella media l’autofocus, limitato dall’assenza di motore ad onde soniche, che pur con qualche rallentamento ed un po’ di rumore mantiene una ottima precisione. Un obiettivo onesto, in definitiva, di sicuro all’altezza di avversari più blasonati (per altri sistemi), ma che non vanta prodotti simili con attacco Pentax, rendendo dunque la scelta obbligata. [A.B.]

Share.

About Author

Leave A Reply