Goodmorning 21.09.10

0
Gusto retrò e soluzioni all'avanguardia. Certo che è un po' grande per rientrare nella definizione di compatta.

Gusto retrò e soluzioni all'avanguardia. Certo che è un po' grande per rientrare nella definizione di compatta.

Non è una Leica, anche se ci assomiglia molto. Non è nemmeno una micro-QuattroTerzi, pur se ricalca la stessa idea e si riferisce alla stessa nicchia. Ma la Fujifilm FinePix X100 ha riscosso notevole interesse tra il pubblico, grazie proprio alla sua estetica “old” associata a contenuti tecnici di primo piano, come il sensore APS-C da 12Mpixel, l’obiettivo 23mm f/2 estremamente luminoso e nitido e il mirino ibrido che sovrappone l’immagine ottica con le informazioni elettroniche. L’impossibilità di sostituire la lente è sicuramente un limite, ma comporta anche grandi risparmi di spazio, peso e denaro, e la posiziona tra il settore EVIL e le compatte evolute. [A.B.]

————

Tutto quanto circonda il marchio Leica è stato da sempre (o per lo meno da molto tempo) circondato da un’aura di esclusività, che trova la sua fonte nell’assoluta qualità dei suoi prodotti. Ed anche nel prezzo, ovviamente. La nuova Leica M9 Titanium è una nuova serie limitata (soli 300 pezzi) costruita a partire da un unico blocco di titanio. Oltre alle ovvie doti di leggerezza e resistenza, la nuova Leica può anche vantare un livello di finiture eccezionale anche per la categoria. Le altre caratteristiche non si discosta invece dalle M9 standard, ad eccezione di una inedita illuminazione a LED per il mirino. Innovativo anche il prezzo: 22.000$ [A.B.]

————

200° anniversario per l‘Oktoberfest, la festa bavarese a base di birra, wurstel&crauti e canti tradizionali. Oltre 6 milioni di visitatori che consumano oltre 1 litro a testa in media (compresi i bambini) di bevanda, preferibilmente chiara, sotto i megatendoni che possono ospitare fino a 10.000 persone. Grandissimo e spettacolare anche il luna park, sempre frequentatissimo dalla gioventù tedesca. [A.B.]

————

Leaf ha mostrato il suo nuovo dorso digitale dedicato alle macchine medio formato. Il Leaf Aptus-II mette in campo ben 80Mpixel di risoluzione su un sensore grande oltre due volte e mezzo quelli FullFrame, un gamma dinamica di ben 12 stop nel range 80-800 ISO (che possono sembrare pochi, ma sono il range utilizzato in questi contesti) ed un display LCD da 3,5″ di tipo touch che permette di controllare i vari parametri di scatto. Inedito inoltre il sistema automatico di rotazione del sensore che permette di passare dalla modalità verticale a quella orizzontale senza ruotare il corpo o il dorso. [A.B.]

————

La legge dell’inverso del quadrato può risultare ostica se mal spiegata, ma è anche un fenomeno fondamentale che dev’essere ben compreso  da chi si occupa di luce artificiale. In soldoni, si tratta della legge che regola la capacità di una luce puntiforme di illuminare una superficie ed afferma che tale capacità è inversamente proporzionale al quadrato della distanza o, in altre parole, che la luce cala sempre più velocemente mentre ci si allontana dalla sorgente. Ma come di applica tale legge? Digital Photography School parte dalle basi dell’esposizione per permetterci di comprendere come utilizzare gli stop come metro di valutazione di tale legge, dandoci la possibilità di controllare appieno la luce. [A.B.]

————

Casio ha annunciato quattro nuove compatte che presenterà al Photokina. La Exilim EX-H20G spicca sulle altre, grazie al GPS ibrido integrato, che segue il fotografo anche in interni grazie all’accelerometro ed al giroscopio che tracciano la posizione dall’ultima volta in cui è stato rilevato il segnale GPS. Il resto della dotazione prevede un sensore da 14Mpixel accoppiato ad un’ottica 24-240mm f3.2/5.7 ed uno schermo da 3″. La EX-ZR10 è invece dotata di un nuovo sensore back-illuminated da 12Mpixel, contornato da elettronica allo stato dell’arte: registra video fino a 480FPS a bassa risoluzione o 30 FPS in FullHD, funzionalità HDR per l’espansione della gamma dinamica e funzionalità panoramica per montare scatti a 360° direttamente in camera. La EX-Z2300 e la EX-Z16 sono invece più tradizionali e sono dedicato al mercato consumer di fascia bassa. [A.B.]

————

Giovanni Marrozzini esporrà nella Casa di Ludovico Ariosto, a Ferrara, la sua mostra “MAMA”, con le fotografie scattate nella sua lunga permanenza in Africa presso due comunità etiopi nel 2006, dove ha documentato la vita di giovani donne nel difficile passaggio dall’infanzia (con le tradizionali quanto violenti pratiche di mutilazione dei genitali) e di una scuola per ciechi, che vengono istruiti ed avviato nel mondo del lavoro. Marrozzini è uno stimato fotoreporter free-lance che si occupa spesso di tematiche sociali, su incarico di diverse ONG. Ha ricevuto riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale e di sicuro merita una visita. [A.B.]

Share.

About Author

Leave A Reply