Recensione – CamBags.com

Sarà capitato un po’ a tutti di trovarsi smarriti davanti ai cataloghi di zaini, borse e quant’altro, senza capire bene se un tale modello è o meno adatto al nostro corredo. Più o meno tutti, infatti, hanno prima o poi la necessità di acquistare una custodia adeguata per trasportare la propria macchina, le lenti e tutti gli accessori. Purtroppo la vastità di modelli diversi rende la cosa più difficoltosa del previsto. CamBags.com cerca di fornirci il maggior numero di informazioni per ogni modello di zaino o borsa, tantissime foto con configurazioni diverse e gli spazi interni nonché gli ingombri. Le foto, le recensioni e tutte le informazioni sono inserite direttamente dagli utenti, secondo le usuali modalità social. La struttura del sito è molto semplice, quasi scarna. Continue reading Recensione – CamBags.com

Videoteca – Workflow al SuperBowl

I fotografi al Superbowl non hanno certo il tempo di annoiarsi.

I fotografi di sport lavorano in un settore davvero particolare del mondo fotografico, tant’è che le case costruttrici dedicano a loro un settore ben specifico di modelli. Non solo le macchine, ma tutta l’attrezzatura ed il modo di lavorare di questi professionisti è davvero particolare e spesso va contro tutto ciò che diamo per certo nel nostro flusso di lavoro.

Il video di questa settimana ci mostra il workflow di alcuni fotografi che si preparano a riprendere l’evento sportivo più atteso e seguito al mondo, la finale del campionato di football americano, il Superbowl.

Lo scopo ultimo di tutto il loro lavoro è far arrivare le fotografie il prima possibile alle varie agenzie di stampa. Le fotografie appena scattate, quindi, vengono inviate in tempo reale ai selezionatori ed editor, che si occuperanno di selezionare ed elaborare quel minimo indispensabile le immagini prima di inviarle ai quotidiani ed ai siti internet specializzati. Grazie alla tecnologia, questo processo è molto semplice e veloce, grazie a minicomputer e fotocamere digitali evolute ed ultra-specializzate. Vi sarà facile immaginare come una volta, il compito di quei minicomputer fosse svolto da minuti e veloci ragazzini, che portavano rullini avanti ed indietro dai bordi del campo a piccoli laboratori di sviluppo.

Ovviamente la preparazione riveste una parte molto importante in un lavoro complesso come quello di documentare il SuperBowl e la comprovata esperienza decennale di fotografi sportivi ci permette di ammirare fotografie davvero spettacolari.

Videoteca – Canon EOS 1D Mk IV

Un fotogrammaQuesta settimana poche parole e tante immagini. In particolare quelle che vedrete di seguito escono direttamente dal sensore della Canon 1D Mk IV in modalità video. La Eos in questione non è ancora ufficialmente in vendita (lo sarà a breve) ma solo in pochi hanno avuto la possibilità di provarla in anteprima.

Dan Chung è stato poi fra i più fortunati dato che Canon lo ha dotato addirittura di due corpi e numerose lenti da poter utilizzare liberamente. Rimandiamo quelli fra voi che amano i dettagli tecnici e la “storia dietro le immagini“, direttamente all’articolo pubblicato su dslrnewsshooter.com
Sappiate comunque che il tutto è stato girato in 720p a 60 frame per secondo, in modo da poter successivamente effettuare un effetto rallentato di qualità. Tutto il video infatti è una raffinata prova in slow motion dove si capisce chiaramente che ormai il comparto video, nelle reflex di fascia medio-alta e alta, è qualcosa da tenere in considerazione dato che sta portando un gran numero di fotoamatori ad interessarsi di questo mondo dove chiunque, almeno per un attimo, può improvvisarsi regista.

Canon 1DmkIV at the races – test shoot from Dan Chung on Vimeo.

Bianconero in Photoshop

Il tutorial che segue si basa su Photoshop nella sua versione CS3 ma con un po’ di accortezza potrete adattarlo senza problemi ad uno dei numerosi software di ritocco presenti sul mercato. E’ sufficiente che tale software possa gestire livelli separati. Partiamo da una foto abbastanza semplice che ha però le caratteristiche adatte ad una buona conversione bianconera. coverCome sapete, infatti, non tutte le nostre immagini si adattano ad una conversione in tal senso. Certo, il digitale ci ha abituato bene, permettendoci di scattare file RAW, che contengono una ampia gamma di informazioni, e poi decidere di volta in volta se e quali immagini convertire.

Vedremo anche altri metodi di conversione in futuri articoli dato che questo è un metodo specifico che, pur garantendo un elevata qualità nella gamma tonale finale, si adatta in primo luogo agli amanti del bianconero un po’ forte e contrastato. Per altri generi più “soft”, chiamiamoli così, si prevedono altri sistemi di conversione.

Continue reading Bianconero in Photoshop

Acquistare attrezzatura usata (parte 2)

Capire le condizioni di un obiettivo è un’operazi0ne molto più semplice. Le cose fondamentali da verificare sono due: le lenti e l’autofocus.

Le lenti frontali e posteriori devono essere perfette. Non devono mostrare il benché minimo segno, graffio o scalfittura. Se proprio l’obiettivo fosse un affare, potreste soprassedere su qualche segno leggerissimo, che sarebbe visibile solo a piccole aperture di diaframma. Il mio consiglio è però di lasciare comunque perdere, perché un minimo danneggiamento al rivestimento superficiale antiriflesso potrebbe portare ad un progressivo peggioramento del problema, rendendo la lente inutilizzabile.

Questo attacco è un po' usurato, ma la lente posteriore è perfetta.
Questo attacco è un po' usurato, ma la lente posteriore è perfetta.

Anche l’autofocus deve agire in maniera impeccabile. Per gli obiettivi senza motore ultrasonico, un certo rumore ed una leggera lentezza nella messa a fuoco è del tutto normale, mentre per quelli che ne sono dotati il rumore dovrebbe essere praticamente inavvertibile ed il movimento, in buone condizioni di luce, poco meno che istantaneo.

C’è una ulteriore prova che dovreste effettuare, in teoria anche sulle lenti nuove, che serve ad evidenziare eventuali problemi di front/back-focus: un obiettivo con tale problema non mette a fuoco nel punto preciso che la macchina indica, ma in un piano leggermente più vicino o lontano, causando una messa a fuoco imperfetta o completamente errata. Continue reading Acquistare attrezzatura usata (parte 2)

Videoteca – Steve McCurry in mostra

Steve McCurry e le sue visioni colorate non potevano passare inosservate.

Colorate perché i suoi reportage spezzano il classico bianconero adottato spesso per intensificare il significato di una particolare ripresa. Per McCurry il colore invece è fondamentale. Il mondo è così, sostiene, e io cerco di riprodurlo fedelmente.

Sarà per questo che l’India (dove ha trascorso due anni) con i suoi colori accesi è spesso considerata uno dei suoi lavori migliori. McCurry non è quindi solo il “fotografo di Sharbat Gula, la ragazza afgana”, ma uno dei protagonisti della fotografia di reportage. In questi giorni e fino al 31 Gennaio 2010, a Milano, è presente una mostra con alcuni fra i suoi migliori lavori e, dicono, con un allestimento originale e curatissimo. Su YouTube è presente questo video, che esce un po’ dai canoni sui quali ci siamo basati fino ad ora, dove il sindaco di Milano, Letizia Moratti, visita la mostra insieme all’autore, il quale la accompagna e le spiega le sue fotografie. Si nota effettivamente l’allestimento curato, in particolar modo per quanto riguarda l’illuminazione. Il video che vi proponiamo non toglierà piacere ad una visita vera e propria, dandovi al tempo stesso modo di sbirciare il risultato finale.

La Fotografia: con altri occhi