Tag Archives: DIY

Il corredo del lampista (o strobist)

La luce è una parte fondamentale della nostra passione, tant’è che fa parte delle parola che la descrive: foto (luce) e grafia (scrivere). L’illuminazione ambientale è la prima luce che impariamo a sfruttare, perché è naturale, sempre presente (in modo maggiore o minore) facile da usare. Presto però comincia a mostrare i suoi limiti: in interni è spesso scarsa, nelle ore centrali della giornata è troppo dura, abbiamo poche possibilità di modificarla o influenzarla.
Quasi tutte le reflex e compatte, di conseguenza, possiedono un flash, che però è poco potente e mal posizionato. Certo, permette di scattare quando la luce è poca o assente, ma i risultati non sono certo un granché.
I flash esterni vanno già meglio, hanno di solito una buona potenza e sono facilmente configurabili, inoltre permettono di utilizzare alcuni modificatori (diffusori, limitatori, filtri) che li rendono abbastanza versatili.
Il flash off-camera vi aprirà un nuovo mondo...
Il flash off-camera vi aprirà un nuovo mondo...

La cosa più intelligente e creativa che potete fare, però, è staccare il flash dalla macchina. Utilizzare l’illuminazione artificiale è infatti una tecnica estremamente potente, che vi permette di raggiungere ottimi risultati, a livello dei professionisti della carta patinata. Ovviamente, come tutte le tecniche, impone una certa dose di impegno nell’apprendere i rudimenti della luce, ma con un approccio pratico ed un po’ di prove non è difficile raggiungere buoni risultati.

In questo articolo ci occuperemo dell’attrezzatura necessaria, proponendo le soluzioni top di gamma ma anche quelle più economiche. E vi stupirete di quanto poco investimento vi servirà.